Agenda di donne.

Nel promuovere un’agenda di donne per una città più inclusiva, più giusta e più accogliente l’Associazione Orlando intende portare al centro del dibattito pubblico e della politica della città le visioni, i bisogni e le proposte di tante donne diverse. Segui il percorso dell’Agenda di Donne.

Pagina in aggiornamento

Premessa

La nostra voce e la nostra rappresentazione sono ancora limitate, anche in una città come Bologna, dove siamo la maggioranza della popolazione residente (52,7%) e siamo presenti nel mondo del lavoro (68,1%) più che nella media nazionale 50,1% (ISTAT 2019).

L’attuale crisi legata alla pandemia ha evidenziato le discriminazioni strutturali che noi donne fronteggiamo e ne sta acuendo gli effetti in modo sproporzionato in tanti ambiti, dalla condivisione dei carichi di cura, all’occupazione, la violenza domestica, la povertà, l’accesso ai servizi -in particolare ai servizi per la salute sessuale e riproduttiva-, l’imprenditoria, la formazione, l’accesso alla rete, le competenze digitali e tanti altri. Le donne che affrontano forme multiple di discriminazione e disuguaglianza, come le donne con esperienze migratorie o le richiedenti asilo, le donne disabili, le donne trans, le donne in stato di povertà e altre in situazioni di emarginazione corrono rischi maggiori di ulteriore esclusione sociale. Nel mondo del lavoro la pandemia colpisce soprattutto le donne. Secondo i recenti dati ISTAT, sui nuovi 101 mila disoccupati di novembre 99 mila sono donne.

Le ragioni sono note: il lavoro femminile è fragile perché le donne sono maggiormente occupate nei servizi, nei lavori precari o nei quali è più facile licenziare, a cominciare dal lavoro domestico. Per questo le donne perdono di più. È pertanto assolutamente prioritario l’elaborazione, a tutti i livelli di governo a partire da quelli più prossimi, di politiche pubbliche capaci di assumere il punto di vista di genere nei vari settori, in grado di eliminare le discriminazioni ancora profonde tra donne e uomini e far emergere forme del convivere in cui le donne si riconoscano con agio. A questo fine sono da cogliere le opportunità aperte, e le responsabilità indotte, dalla disponibilità di ingenti contributi economici dall’Europa attraverso il Recovery Fund.

Per questi motivi l’Associazione Orlando lancia la chiamata alle donne di Bologna a costruire insieme un’agenda politica capace di presentare alla città priorità di azione irrinunciabili e urgenti che il Comune, nelle sue aree di competenza, può intraprendere per trasformare Bologna in uno spazio più inclusivo, giusto e più accogliente.   

 

Il percorso di ascolto avviato dall’Associazione Orlando per costruire insieme alle donne di Bologna, l’”Agenda di donne per una città +inclusiva, + giusta e + accogliente”, utilizza pratiche e metodi ampiamente sperimentati nei processi partecipativi.

Il percorso, al momento ancora aperto, è fondato come i precedenti sull’ascolto e nasce in un momento non solo particolare ma di profonda crisi legata alla pandemia del COVID 19. 

News Agenda

Agenda di Donne. Gruppi di lavoro

La discussione continua intorno a 5 tavoli tematici, con l'obiettivo di scrivere insieme un documento da presentare alla città in vista delle elezioni amministrative.
access_time 06 Mag 2021 / Agenda di donne

Un’agenda delle donne per la città

Orlando lancia la chiamata alle donne di Bologna a costruire insieme un’agenda politica capace di presentare alla città le priorità di azione irrinunciabili e urgenti che il Comune, nelle sue aree di competenza, può intraprendere per trasformare Bologna in uno spazio di vita più inclusivo, più giusto, più accogliente.
access_time 07 Ott 2020 / Agenda di donne