La salute delle donne in tempo di guerra: incontro il 18 maggio

da
dalle 10.00 alle 13.30

Centro documentazione delle donne

Via del Piombo 5 - Bologna

“Vedere l’invisibile. La salute delle donne in tempo di guerra”

Salute sessuale e riproduttiva. Salute mentale. Accesso alle cure

Introduce: Marilisa De Palma Associazione Orlando

Intervengono:

Donatella Albini, medica ginecologa Associazione Orlando

Nicoletta Dentico, giornalista e scrittrice, esperta di salute globale.

Francesca Gnetti, giornalista di Internazionale

Parteciperanno operatrici sanitarie in prima linea nelle aree di crisi di Emergency, Medici Senza Frontiere e dell’Ospedale di Dnipro in Ucraina.


Anche se le guerre non risparmiano nessuno, le donne vengono uccise e ferite in modi senza precedenti. Donne e bambini nelle guerre degli ultimi anni rappresentano l’80% delle persone più colpite dai conflitti . Sono vittime di ferite nascoste come la violenza di genere e sessuale legate ai conflitti, arme strategiche di guerra, di cui non si parla. Le donne sono costituiscono la maggioranza dei profughi, esposte a malnutrizione e a malattie infettive per la pessima igiene, a separazioni familiari con conseguenti traumi psicosociali, rischi di sfruttamento, difficoltà economiche e di accesso all’assistenza sanitaria, come l’accesso all’aborto sicuro e alle cure ostetriche. Tante madri non riescono ad allattare perché non riescono a nutrirsi a sufficienza e partoriscono spesso senza medici e infermieri. Il 18 maggio parleremo di tutto questo e delle pratiche di cura delle donne con giornaliste, esperte di salute globale e operatrici sanitarie di Emergency e Medici Senza Frontiere impegnate in prima linea nei teatri di guerra.