Feminist Hacker Assembly 

da
a
dalle 11.00 alle 18.00

Centro delle Donne/Biblioteca Italiana delle Donne

Via del Piombo 5, Bologna

Feminist Hacker Assembly dal 27 al 29 dicembre 2021 all’interno del programma di RC3 – Remote Chaos Experience – del Chaos Communication Camp di Berlino (CCC), raduno internazionale per hacker e forme di vita associate per il libero scambio di idee tecniche, sociali e politiche.

L’assemblea Feminist Hacker propone diversi contributi dalla galassia dei femminismi Hacker di tutto il mondo: server autogestiti, programmi radiofonici, codici, giochi. La giornata del 27 è interamente in streaming, mentre le due giornate del 28 e 29 saranno anche in presenza, presso il Centro di Documentazione delle Donne (CDD) di Bologna.

Il Feminist Hacker Assembly è organizzato da l’Eclectic Tech Carnival (/ETC) rete femminista che esplora e sviluppa in modo critico le abilità quotidiane e le tecnologie dell’informazione nel contesto del software libero e dell’hardware aperto. L’/ETC è iniziato con un gruppo di donne che sentivano il bisogno di apprendere abilità tecniche non ostacolate dalla competitività tipica dei geek maschili.

L’evento sarà accessibile in presenza solo su prenotazione fino a esaurimento posti, oppure fruibile anche online. Ci saranno centinaia di talk durante il CCC, potete prendere qui il biglietto gratuito per seguirli da casa: https://rc3.world/2021/

Partecipazione

Per proposte di talk scrivi a eclectictechcarnival org
Per iscrizioni sulla partecipazione dal vivo a Bologna compilare il form che trovi a fondo pagina.
Per iscrizioni agli eventi in streaming di RC3 qui il presale, chi è in presenza al CDD usufruirà di un ticket collettivo.


RC3 – Remote Chaos Experience è organizzato dal Chaos Computer Club la più grande associazione di hacker in Europa. Da più di trent’anni fornisce informazioni su questioni tecniche e sociali, come sorveglianza, privacy, libertà di informazione, hacktivism, sicurezza dei dati e molte altre cose interessanti sulla tecnologia e sui problemi di hacking.

A causa della pandemia il camp CCC si svolgerà da remoto con talk e workshop in diretta da diverse sedi.


Programma Feminist Hacker Assembly

Di seguito il programma in aggiornamento

Lunedì 27, Solo Online

h 15:00
Feminist hacker assembly
nel Remote Congress, incontro di apertura – https://events.ccc.de/

h 16:00
A wireless comunity mesh network in Appennino
https://pretalx.c3voc.de/rc3-2021-haecksen/talk/review/QAE97EGP9PSZPFCHLWEQUCYWX8G8BJB9

h 20:00
The art of hacking

The book ‘The Art of Hacking – Intersections between Hacker Culture and Visual Arts’ came out earlier in 2021, thus I would love to present it to the community and discuss related ideas and projects with you!

Featured in the book, please play: https://julila.hotglue.me/webmachine/
Read the book here: http://www.mke.hu/res/Laczko_Juli_EN_web.pdf

 


Martedì 28, Online e di persona a Bologna

workshop h 11:00/14:00 con pause

Makeup digitale queer-friendly della nostra istanza di peertube / Queer-friendly digital makeup of our peertube instance

Come rendere il nostro peertube più queer-friendly, e come appropriarsi dell’interfaccia/jargon nel contesto dei server femministi. In questa sessione condividiamo la nostra documentazione di installazione di peertube, implementiamo insieme css/design Useremo Git ospitato su systerserver per condividere il codice e tracciare le modifiche. Cerchiamo di personalizzare il colore, la tipografia, le forme, le immagini, la dimensione della cornice, la scala, la navigazione.

How to make our peertube more queer-friendly, and how to appropriate the interface/jargon within the context of feminist servers. In this session we share our peertube install documentation, implement together css/design We will use Git hosted on systerserver for sharing the code and track the changes. We try to customize the color, typography, shapes, images, frame size, scale, navigation..

https://tube.systerserver.net/

Ci sarà traduzione amatoriale verso l’italiano. Necessaria l’iscrizione, guarda in fondo a questa pagina.

h 16:00
L’internet delle mie cose – Femtech e sex toy  / Internet of my stuffs – Fem tech and sextoys
Uno sguardo critico (ma anche no) sulle tecnologie per il benessere delle donne. Per FemTech si indicano gli oggetti per la salute delle donne che acquisiscono intelligenza accedendo a informazioni del nostro corpo, come le app che tengono traccia dell’ovulazione e del flusso mestruale, o i sextoys che misurano gli orgasmi. L’internet delle (mie) cose mappa il nostro corpo fisico restituendoci un’identità elettronica, ma i nostri dati biometrici diventano proprietà di società private. Il tema sulle femtech, come quello degli assistenti, anzi, delle assistenti virtuali, non riguarda solo i dati e la privacy, ma anche gli algoritmi, i codici, il design. Dalla rappresentazione visiva, agli oggetti dedicati alla cura di se e degli altri, il design è un processo di rappresentazione che sintetizza le disuguaglianze di genere, razza e classe della società.

Language: Italian + housemade istant translation in Ital/english


Mercoledì 29, Online e di persona a Bologna

workshop h 11:00/15:00 con pause

Politiche di interfaccia femminista queer-friendly della nostra istanza di peertube  / Queer-friendly feminist interface policies of our peertube instance

Dettagli: https://pretalx.c3voc.de/rc3-2021-haecksen/talk/RWKGZQ/

Come rendere il nostro peertube più queer-friendly, e come appropriarsi dell’interfaccia/jargon nel contesto dei server femministi. In questa sessione condividiamo la nostra documentazione di installazione di peertube e discutiamo le politiche femministe dei dati collettivi. Con che accordi utilizzare l’istanza da noi installata? cosa vogliamo favorire? tutto il linguaggio usato e le categorie e le traduzioni ci piace?

How to make our peertube more queer-friendly, and how to appropriate the interface/jargon within the context of feminist servers. In this session we share our peertube install documentation, we try to customize and discuss feminist collective data policies.

https://tube.systerserver.net/

Ci sarà traduzione amatoriale verso l’italiano. Necessaria l’iscrizione, guarda qua sotto.


Modulo di iscrizione per la partecipazione in presenza al Centro delle Donne:

    A cosa parteciperai?