Benvenutə al CDD

Il Centro di Documentazione, ricerca e iniziativa delle Donne di Bologna è uno spazio pubblico legato ai femminismi e ai movimenti di donne, di genere e transgender, in Italia e nel mondo. Genera e trasmette elaborazioni culturali e pratiche politiche delle donne. Al suo interno si trovano la Biblioteca Italiana delle Donne e l’Archivio di Storia delle Donne.

Il CDD, ideato dall’associazione Orlando e gestito in convenzione con il Comune di Bologna, è a oggi uno dei centri di documentazione delle Donne più importanti nel panorama europeo.

Promuove il pensiero e il protagonismo femminile e si impegna sul terreno della lotta all’esclusione, alla marginalizzazione digitale e alla violenza contro le donne.

Durante i suoi oltre trent’anni di attività, la biblioteca ha raccolto una collezione unica in Italia, che ammonta a più di 40.000 documenti fra libri, riviste e materiali multimediali.

L’Archivio raccoglie documenti cartacei, sonori e visivi prodotti dalla ricerca teorica e dalle attività del Centro delle donne di Bologna e dell’Associazione Orlando. Conserva, inoltre, la documentazione di altri gruppi e associazioni nazionali, internazionali.

Progetti in evidenza

Rete Lilith

La rete informativa nasce alla fine degli anni ’80 come strumento di relazione e scambio tra i centri di documentazione, archivi e biblioteche delle donne presenti sul territorio nazionale.

Donne in Rete

Uno strumento per mettere in rete tutti i luoghi, le associazioni, i gruppi e collettivi di donne dell’area metropolitana di Bologna.

Eventi al cdd

13 gen / h 18.00 / presentazione libro

Presentazione: Tu, quasi preghiere

Nel corso della sua lunga e intensa esistenza Adriana Zarri ha scritto saggi, resoconti di vita monastica, romanzi, moltissimi articoli e un'unica opera di poesia, «Tu». Quasi preghiere
27 dic - 29 dic / h 11.00 / laboratorio

Feminist Hacker Assembly 

Feminist Hacker Assembly è organizzato da l’Eclectic Tech Carnival (/ETC) rete femminista che esplora e sviluppa in modo critico le abilità quotidiane e le tecnologie dell’informazione nel contesto del software libero e dell’hardware aperto