Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Donne. Tanti rivoli diventeranno un fiume?

on .

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'appello di Paola Patuelli rivolto alle donne dell'Associazione Orlando ed alle lettrici dell'Unità sulla necessità di fare rete e di incontrarsi al più presto con una presenza autonoma e visibile. Care donne de l’Unità, care amiche di Orlando,
solo da pochi giorni posso di nuovo inviare messaggi. Uno dei primi voglio sia per voi.

Il silenzio che Nadia Urbinati già da mesi, anche prima del suo intervento su l’Unità, segnalava anche alle amiche di Orlando, non era per l’assenza di voci di donne, ma per l’assenza di una azione politica collettiva.

Lea Melandri e Maria Grazia Campari, già prima dell’estate, hanno rilanciato un importante documento che ha raccolto molte adesioni, anche la mia.

Giancarla Codrignani ha sollecitato le donne di Orlando e di Bologna ad una riflessione, che subito si è avviata con due importanti incontri presso la sede di Orlando e che avranno presto un seguito.

La Società Italiana delle Storiche ha steso e divulgato un eccellente documento, che ho firmato, e che molto opportunamente l’Unità ha pubblicato. L’Unità sta svolgendo un’opera di informazione tutta in mano a noi donne e, avremmo detto un tempo, di “risveglio e mobilitazione delle coscienze” che ritengo molto importante, a partire dalla intervista a Nadia Urbinati. Il quotidiano la Repubblica non è più solo, o quasi

Si sta aprendo una campagna di mobilitazione e di azione politica collettiva?

Il New York Times si sta accorgendo di noi, donne italiane? Saremo noi ad approfondire la scalfitura inferta al “corpo del capo” da Veronica Lario?

Nadia Urbinati è invitata questa sera (il 28 agosto, ndr) alla festa del PD di Bologna. Non era scontato. Mi auguro che sia ascoltata. Se la mobilitazione della società civile, a partire dalle donne, troverà una sponda parlamentare, una opposizione forte a tutto ciò che di illiberale e gravemente antidemocratico e anticostituzionale sta accadendo, forse il mondo guarderà al nostro paese con meno sgomento.

La Società Italiana delle Storiche sta preparando un convegno per il prossimo autunno.

Il 7 settembre a Siena ci sarà un incontro di donne impegnate nelle istituzioni e nell’associazionismo.

Vogliamo provare a diventare una rete, a convogliare i nostri tanti, importanti, ricchi rivoli nella stessa direzione?
Vogliamo darci obiettivi comuni, con i passi e i tempi necessari?
Vogliamo diventare, anziché un torrente impetuoso che al primo caldo si secca, un fiume di ampia e durevole portata?

Lo spero, care amiche, lo spero veramente.
A presto, mi auguro.
Paola Patuelli - Ravenna

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna