Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Bando di concorso per l’assegnazione del Premio dedicato alla memoria di Vinka Kitarovic

 
Bologna 

Visite : 329 

 Bando di concorso per l’assegnazione del Premio dedicato alla memoria di Vinka Kitarovic.
presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà


Scadenza bando: 12 dicembre 2017

ART. 1

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, al fine di onorare la memoria di Vinka Kitarovic, grazie al contributo della figlia, Prof.ssa Jadranka Bentini, istituisce presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà il Premio “Vinka Kitarovic”, destinato a tesi di laurea magistrale e tesi di Dottorato di ricerca discusse tra il maggio 2014 e il luglio 2017, per i candidati che abbiano approfondito con studi inediti una delle seguenti tematiche che furono al centro delle riflessioni e dell’impegno civile di Vinka Kitarovic:

  • Storia dell’emancipazione femminile e dell’impegno delle donne nella lotta per la libertà e nella vita democratica (secoli XIX –XX);
  • Storia dei comportamenti e dei movimenti collettivi dei popoli confinanti nell’Europa moderna e contemporanea
La tesi, qualora fosse stata redatta in lingua straniera, dovrà essere presentata in traduzione italiana accompagnata da una autocertificazione di conformità all’originale.

ART. 2

Il premio si articola su due anni secondo la seguente ripartizione:

  • assegnazione di un premio di 3.000 euro (al lordo degli oneri a carico Ente e percipiente), al/alla vincitore/vincitrice;
  • nel caso in cui la Commissione ritenga l’elaborato risultato vincitore meritevole di pubblicazione ai sensi del successivo art.3, la donante provvederà all’erogazione di un’ulteriore somma di 2.000 euro, quale contributo per la pubblicazione, che avverrà a cura del Dipartimento di Storia Culture Civiltà.

ART. 3

Il premio di 3.000 euro sarà assegnato in un’unica soluzione alla migliore tesi inerente le tematiche specificate all’art. 1, sulla base del giudizio insindacabile di apposita Commissione di valutazione. A tal fine la Commissione attribuirà a ciascuna tesi una valutazione espressa con un punteggio determinato in base ai seguenti criteri:

  • originalità dell’argomento trattato e sua rilevanza scientifica, da 0 a 20 punti;
  • adeguatezza delle metodologie di ricerca utilizzate, da 0 a 20 punti;
  • ampiezza, completezza e pertinenza della documentazione utilizzata e della bibliografia citata, da 0 a 20 punti;
  • originalità dei risultati e grado di approfondimento critico, da 0 a 30 punti;
  • chiarezza espositiva nella presentazione dei risultati, da 0 a 10 punti.
Risulterà vincitore/vincitrice del premio di 3.000 euro il/la candidato/a che avrà raggiunto almeno 75 punti su 100. In caso di ex-equo il premio verrà egualmente ripartito. Sarà considerata meritevole di pubblicazione la ricerca che avrà totalizzato un punteggio di almeno 90 punti su 100

ART. 4

Il premio di 3.000 euro sarà corrisposto, a cura del Dipartimento di Storia Culture Civiltà, al/alla laureato/a o al/alla dottore/ssa di ricerca risultato/a vincitore/vincitrice in un’unica soluzione.

ART. 5

Il giudizio insindacabile sull’assegnazione del premio e sull’eventuale pubblicazione sarà espresso da una Commissione, nominata dal Dipartimento di Storia Culture Civiltà e composta da sei membri individuati in rappresentanza rispettivamente:

  • la Prof.ssa Jadranka Bentini, proponente il premio;
  • due docenti dell’Università di Bologna e un/a esperto/a di nomina della donatrice;
  • il Presidente in carica dell’ANPI di Bologna o suo/sua delegato/a;
  • una rappresentante del Centro di Documentazione ricerca e iniziativa delle Donne di Bologna;
La Commissione potrà avvalersi di consulenze esterne.

ART. 6

La domanda di partecipazione al concorso, in carta semplice, indirizzata al Magnifico Rettore dell’Università di Bologna, Ufficio Borse di Studio - Via delle Belle Arti n. 42, 40126 Bologna, dovrà essere consegnata a mano o fatta pervenire tramite corriere/servizio postale entro la data di scadenza del bando negli orari di apertura al pubblico dell’ufficio (lunedì, mercoledì, venerdì h. 9.00/11,15 – martedì h. 9.00/11,15 e 14.30/15.30 – giovedì 14.30/15.30). Nel caso di spedizione, farà fede il timbro di ricevimento dell’Ufficio Borse di Studio o dell’Ufficio Protocollo. Non verranno prese in considerazione le domande consegnate o pervenute oltre tale data.
Nella domanda il/la candidato/a dovrà indicare:

  1. cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza;
  2. titolo di laurea o di Dottore di ricerca, data e sede di conseguimento presso un’Università italiana o un’Università straniera;
  3. titolo della tesi di laurea o di Dottorato, che deve vertere su almeno una delle due tematiche stabilite dal precedente art.1;
  4. di non essere incorso/a in sanzioni disciplinari;
  5. cittadinanza;
  6. indirizzo presso il quale desidera che gli siano fatte pervenire tutte le comunicazioni relative al concorso, recapito telefonico e indirizzo mail.
Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati i seguenti documenti:
  1. curriculum vitae;
  2. autocertificazione attestante il superamento dell’esame finale di laurea con indicato il voto con cui è stata conseguita o di Dottorato per il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca;
  3. 3 copie in lingua italiana della tesi (di cui una in pdf) di laurea o di Dottorato conforme a quella depositata presso l’Università italiana o straniera in cui è stata discussa e, nel caso di traduzione in lingua italiana, autocertificazione di conformità all’originale ( v. art.1);
  4. lettera di presentazione della tesi di laurea redatta dal relatore o dal correlatore; lettera di presentazione della tesi di dottorato redatta dal tutor o dal coordinatore del Dottorato;
  5. un abstract del lavoro presentato pari a 10.000/12.000 caratteri;
  6. una dichiarazione che la tesi presentata non è pubblicata né in corso di pubblicazione;
  7. una dichiarazione con cui si accetta che una copia della tesi presentata sia depositata presso la Biblioteca del Dipartimento di Storia Culture Civiltà e altra presso la Biblioteca italiana delle Donne;
  8. Fotocopia di un valido documento di riconoscimento;
I documenti inviati non saranno restituiti.
L’Amministrazione si riserva di effettuare controlli sulla veridicità di quanto dichiarato. Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 26 l. 15/68, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dal beneficio.

ART. 7

La Commissione con motivata relazione formulerà e trasmetterà al Rettore una graduatoria generale di merito indicando in particolare, in ordine decrescente di merito, i concorrenti valutati come idonei alla cui ricerca sia stato attribuito un punteggio di almeno 75 punti su100, ai sensi del precedente art. 3.

ART. 8

Il Premio sarà conferito con Provvedimento Dirigenziale al primo classificato, secondo la graduatoria generale di merito formulata dalla Commissione giudicatrice.

ART. 9

Nel termine di 10 giorni dalla data di ricevimento della notizia formale del conferimento del premio, l’assegnatario del premio dovrà far pervenire all’Amministrazione universitaria, pena la decadenza, dichiarazione di accettare, senza riserve, il premio medesimo, alle condizioni del bando di concorso.

ART. 10

In caso di decadenza del vincitore o di sua rinuncia il premio sarà messo a disposizione dei concorrenti classificati idonei, seguendo l’ordine della graduatoria. Ai subentranti si applicano le stesse modalità di comunicazione, gli stessi oneri e le stesse condizioni di decadenza previste nell’ art. 9 del presente bando.

ART. 11

In caso di mancata individuazione di ricerca meritevole, il premio non verrà assegnato e costituirà fondo per una successiva edizione del premio

ART. 12

I dati personali raccolti saranno trattati nel rispetto dei principi e delle disposizioni del Decreto Legislativo n. 196/2003 in materia di tutela della riservatezza e comunque esclusivamente per le finalità di gestione della procedura concorsuale. Il trattamento dei dati verrà effettuato sia mediante sistemi informatici che in forma manuale con mezzi cartacei. La resa dei dati richiesti è condizione obbligatoria per la gestione della procedura concorsuale.

Il Titolare del trattamento è individuato nell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, con sede in Bologna, Via Zamboni n. 33.

Il Responsabile del trattamento per l’esercizio dei diritti di cui al citato art. 7 è la Dirigente dell’Area Didattica e Servizi agli Studenti, Via Belle Arti n. 42, 40126 Bologna.

Per maggiori informazioni:
http://www.disci.unibo.it/it/bandi/bando-di-concorso-per-l2019assegnazione-del-premio-dedicato-alla-memoria-di-vinka-kitarovic.-presso-il-dipartimento-di-storia-culture-civilta

  Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

indietro